Menu Principale


Home
Vangelo della Domenica PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 20 Dicembre 2013 23:19

28ª DOMENICA DEL TEMPO ORDINARIO

INVITATI AL BANCHETTO DI DIO

     
   Nella parabola degli invitati a nozze che ascoltiamo oggi nell’Eucaristia, il re è Dio e la festa di nozze è la «nuova ed eterna alleanza» sancita dal Padre attraverso il sacrificio di Gesù.
L’antica alleanza era tra Dio e il suo popolo. Egli aveva familiarizzato per secoli con lui e, ora che sta per iniziare la festa, gli invitati non vogliono venire, trovano altri impegni, o addirittura insultano e uccidono i suoi servi. Evidentemente Gesù sta parlando anche di sé. Non ci deve stupire la dura punizione del re, con “ferro e fuoco”. L’evangelista Matteo, che scrive intorno all’80 d.C., sa che è esattamente ciò che è successo pochi anni prima con la distru-zione della città e del Tempio di Gerusalemme.
Eppure la sala della nuova alleanza si sta riempiendo di commen-sali: tutti gli uomini, infatti, ora vengono invitati. L’unica richiesta che viene fatta loro è l’abito nuziale. I contemporanei di Gesù sa-pevano che questo vestito era offerto con l’invito. Quindi se non ne erano provvisti era perché l’avevano rifiutato. Vale anche per noi: la mensa di Dio è sempre gratuita. Ma siamo pronti a riconoscerlo, ad ascoltarlo, a seguirlo?
La parabola, riletta oggi, ci deve far pensare: i depositari della mil-lenaria cultura cristiana sono sempre i più convinti sostenitori della prassi del Vangelo? Nelle nostre comunità, nei nostri oratori, è più facile trovare persone disponibili e credenti tra gli autoctoni o tra i nuovi arrivati? Siamo veramente disposti a indossare l’abito della fede e dell’amore fraterno? «Molti sono chiamati, ma pochi eletti».      
      
   
Ultimo aggiornamento Sabato 14 Ottobre 2017 09:31
 

bottom

Powered by SL.